Linux? Per me? Neanche per sogno!

Ripropongo qui in versione italiana un articolo che ho scritto per il blog Cantabria TIC e successivamente pubblicato sulla rivista "Páginas del Asón".

E perché no !

Linux va bene anche per te, anzi la cosa piú probabile é che giá lo stai usando tutti i giorni senza rendertene conto.

Do per scontato che non hai un PC con Linux, però...

Hai uno smartphone ?... é un Android ?... Bene, allora dentro c'è Linux !

Come dici?... Che tu sei uno di quelli che hanno l'iPhone... ok, ho capito !

Però, hai un televisore, vero ?... allora é molto  probabile che il decoder del digitale terrestre abbia Linux!

Ahh... che tu sei uno di quelli che non guarda la televisione? Solo vedi i film al cinema e ti piace leggere... ok, ok, ho capito di nuovo!

Quindi se ti piace leggere, userai il Kindle o simili ? Ebbene anche gli eReader  hanno Linux dentro!

Ops, scusami, l'avevo dimenticato tu usi l'iPhone e sei di quelli che solo comprano Apple, quindi sicuramente avrai l'ultima generazione del iPad.... ok, ok, ok,  ho capito per la terza volta e mi dispiace per te!

Mi rimane l'ultima.... Navighi in Internet, vero ? Usi Google e le reti sociali come Facebook, Twitter...

Ebbene, devi sapere che la maggioranza di queste grandi aziende in Internet usano servers con Linux.

Proprio così !

In un modo e nell'altro tutti usiamo Linux al giorno d'oggi, infatti Linux é presente quasi dappertutto tranne nei nostri PC, tutto il contrario di quello che sperava il suo creatore Linux Torwalds [1].

La verità è che, nel mondo dei sistemi operativi, stiamo vivendo degli anni molto interessanti ed è in corso una trasformazione lenta ma effettiva, dove ogni giorno Microsoft con il suo Windows sta perdendo un poco e sono usciti nel mercato altri sistemi più efficienti ed altrettanto semplici da usare. Questo si nota anche nei programmi che installiamo ogni giorno nei nostri PC, prima si scrivevano solo programmi per Windows e in minoranza per Mac, però adesso é abbastanza comune poter installare lo stesso programma su sistemi diversi come Windows, Mac e Linux.

Un esempio?  Stellarium [2], un programma di astronomia per vedere il cielo in 3D, molto utile e allo stesso tempo semplice da usare.

Questa trasformazione cominciò qualche anno fa, forse il fallimento del Windows Vista e l'uscita al mercato dell'iPhone hanno spinto la gente a usare el Mac OS X  di Apple. Linux, da parte sua si é affermato sui servers praticamente sostituendo i vecchi Unix e togliendo una buona parte anche a Windows. In seguito Google entró nel mercato della telefonia mobile, cosa che fece parecchio arrabbiare a Steve Jobs, ed approfittando che Linux é software Open Source e usa standard aperti, ha creato Android, permettendo così ai fabbricanti di cellulari di usare tutti lo stesso sistema operativo.

Però non finisce qui, infatti già abbiamo sistemi che funzionano nella cloud, come eyeOS [3] un progetto totalmente spagnolo a dispetto del nome che suona Inglese, e Chromebook [4], di nuovo di Google, che fa un PC portatile che si connette direttamente alla nube con il sistema ChromeOS basato su Linux.

Tornando a capo, son passati più di 20 anni da quando Linus Torvalds pubblicò un messaggio in Internet dicendo che stava lavorando su un nuovo sistema operativo, con parole sue, "solo per hobby e per niente professionale" [5], molto é cambiato da allora e quel sistema operativo, difficile da usare e fatto solo per gli "smanettoni", si è convertito in qualcosa di veramente semplice, che possiamo portare in tasca ed usiamo tutti i giorni, a volte anche senza renderci conto, cosi che...

Linux è per te?

Direi proprio di si !

 

Danilo                                


Versione in spagnolo: ¿Linux?... ¿Para mi? Quita, quita.

Referenze

  1. Linus Torvalds, perché Linux non é competitivo nei PC: http://www.youtube.com/watch?v=KFKxlYNfT_o
  2. Stellarium: http://www.stellarium.org/
  3. eyeOS: http://www.eyeos.com/
  4. Chromebook: http://es.wikipedia.org/wiki/Chromebook
  5. Primi messaggi di Linus Torvalds:http://www.cs.cmu.edu/~awb/linux.history.html